Schie con la polenta

Piatto tipico della tradizione non solo veneziana.

La ricetta per delle ottime e autentiche schie con la polenta

Le schie sono dei gamberetti grigi tipici della laguna di Venezia. In verità questa tipologia di gamberetti sono poco carnosi e infatti non più di 20 anni fa erano considerati mangiare per poveri (in dialetto veneziano “magnar da poaretti”) in quanto poco costosi e facilmente reperibili.

Ma i poveri (in dialetto veneziano “poaretti”) qualcosa ne capiscono e le schie se ben condite, con olio extra vergine, aglio sale e prezzemolo, sono ottime. La polenta molle (in dialetto “moea”) è indispensabile.

Per gustarle veramente alla veneziana bisogna assolutamente mangiare le schie non curate (in dialetto “curae”) e con le mani.

A volte la bontà di un piatto e la tradizione della cucina si ritrovano in gesti antichi.

Il nostro consiglio “NO SCHIE CURAE”!

Ingredienti

Schie

Farina per polenta

Acqua

Sale

Preparazione

  1. Preparare la polenta, ma ricordate deve essere molle / morbida, quindi aggiungete più acqua rispetto al solito.
  2. Lavare le schie sotto acqua corrente e poi asciugatele.
  3. Scaldare l’olio di semi in una pentola e versare le schie in modo da friggerle per pochi minuti.
  4. Comporre il piatto con la polenta e sopra le schie fritte.

Aiutaci a migliorare la traduzione per la vostra lingua

Puoi modificare qualsiasi testo facendo clic (premere Invio dopo avere cambiato)

0