Castradina

Piatto tipico della tradizione non solo veneziana.

La ricetta per un'ottima e autentica castradina

La castradina è un antico piatto della tradizione veneziana a base di cosciotto di montone salato, affumicato e poi stagionato, usato per fare una gustosa zuppa con l’aggiunta di foglie di verza, cipolle e vino, gustata in occasione della festa della Madonna della Salute (21 novembre).

La carne di castrato veniva importata dall’Albania e dalla Dalmazia dove veniva salata, affumicata ed essiccata al sole,  quindi venduta alle navi veneziane di passaggio.  Era un piatto definito d’obbligo sulle tavole sia dei poveretti sia dei ricchi, nobili o mercanti ( in veneziano “de obligo su le tole, sia dei povaréti che dei siori, nobili o mercanti”).

Ancora oggi la tradizione continua anzi negli ultimi anni sono aumentati i locali dove si può assaggiare questa specialità, ne diamo una breve lista:

Ai Assassini” (http://www.osteriaaiassassini.it/presentazione.htm). Qui non si è mai smesso di preparare la castradina, prenotare in anticipo. L’oste Giuseppe vi racconterà con dovizia di particolari tutta la storia di questo piatto.

Da Sandro”. Nel 2015 con i Cabarest Orkestra

Anche in Piazza San Marco al “Gran Caffè Quadri” potete provare il panino con la castradina, una versione “da mangiare con le mani” della tradizionale ricetta dalle 11.00 sino alle 23.00 (prezzi: Panino al banco – 6 euro, Panino servito a tavola – 12 euro, Panino servito a tavola con un calice di vino rosso – 16 euro).

Serata speciale il 23 novembre “Alle due gondolette” (http://www.alleduegondolette.com/) con l’appuntamento con “BASTA LA SALUTE”, testi di Goldoni con Nora Fuser e Paola Brolati e uno speciale menù.

E poi alla cantina “do spade“, dal “vecio fritolin“, etc…

Anche a Mestre si può trovare la castradina segnaliamo in particolare “La Dispensa del Forte” (http://www.veneziacontrovento.it/NEW2/images/Dispensa_castradina2015_internet.jpg) e la “BioOsteria Palaplip”.

 

… I pasa el ponte, i crompa la candela,

el santo, el zaletin, la coronçina

e verso mezzodì l’usansa bela

vol che i vaga a magnar la castradina!

Ingredienti

Castrato salmistrato

Verze

Burro

Cipolla

Sale

Pepe

Timo

Preparazione

  1. Procurarsi della carne di montone castrato salmistrato.
  2. Bollire la carne per tre volte cambiando l’acqua ogni volta e conservare l’acqua dell’ultima bollitura.
  3. Soffriggere la cipolla nel burro ed aggiungere la verza tagliata a julienne, farla cucinare fino a 3/4 di cottura, unirla poi alla carne insieme al suo brodo e completare la cottura.
  4. Si può aggiungere a piacere un pizzico di timo.
  5. Il piatto andrebbe servito in ciotole di coccio con crostini di pane saltati al burro.

Un Cabernet sauvignon è un ottimo accompagnamento

Aiutaci a migliorare la traduzione per la vostra lingua

Puoi modificare qualsiasi testo facendo clic (premere Invio dopo avere cambiato)

0