Il giro a bacari

Come andare per  bacari a Venezia

I luoghi tradizionalmente deputati al giro a bacari sono i famosi bacari veneziani, tipiche osterie veneziane dove spesso l’arredamento è semplice, con i tavoli e il bancone di legno, l’atmosfera è accogliente e familiare, insomma il luogo ideale per una cena o uno spuntino veloce o per fare quattro chiacchiere con gli amici ad un prezzo più che accettabile!

Il nome bacaro viene dai “bacari” (singolare: bacaro), un termine, che a sua volta deriva dal “Baccho”, dio del vino. Secondo un’altra teoria deriva da “far bàcara”, espressione veneziana per “festeggiare”.

Nei bacari veneziani si servono piatti tradizionali della cucina popolare veneziana a base di pesce o carne e si mangiano cicheti al banco, come le sarde in saòr, il baccalà mantecato, i folpeti (moscardini), le polpettine, il pesce fritto.

Venezia pullula di bacari in ogni sestiere e fare un giro per bacari veneziani è diventato un must per chi viene a Venezia, un’occasione per gustare un’insolita cena in un luogo informale e per respirare un po’ l’atmosfera pittoresca e genuina della Venezia vissuta dai veneziani.

Le tappe per il giro a bacari

Una zona da sempre rinomata per i suoi bacari è Rialto, affollata soprattutto grazie alla presenza del mercato del pesce e oggi molto di moda fra i giovani. Qui in un sotoportego proprio vicino al mercato troviamo la Cantina Do Mori (il locale esiste dal 1462 e leggenda vuole sia stato frequentato da Giacomo Casanova), dove si può scegliere tra una gran varietà di cicheti e vini in bottiglia, rigorosamente al banco.

In campo San Giacometto, a due passi dal ponte di Rialto si trova il Bancogiro, un piccolo bacaro storico di Venezia dove, se non fa troppo freddo, ci si può sedere all’aperto ad ammirare il passaggio di barche sul Canal Grande.

Attraversando il ponte di Rialto, dietro campo San Bortolomeo c’è l’osteria Alla Botte: molto popolare e frequentata da giovani e studenti.Questo bacaro è sempre affollato e capita spesso che chi viene qui per un’ombra e un cicheto al volo, si ritrova fuori in calle a fare quattro ciacole con un bicchiere di vino in mano!

Non lontano da Rialto, a San Lio, c’è l’Osteria al Portego: in questa piccola osteria con pochi tavoli, frequentata soprattutto da veneziani della zona, resiste la tradizione e l’atmosfera tipica del bacaro veneziano con i suoi cicheti al banco e il vino sfuso nella botte di legno!

Imperdibile, per un vero giro a bacari, una tappa all’Enoteca La Mascareta, a Santa Maria Formosa, dove il folcloristico oste Mauro Lorenzon serve ottimi vini selezionati e champagne accompagnati da cicheti e ostriche serviti al bancone o ai tavoli nelle ampie sale.

In Strada Nuova si trova infine l’osteria Ca’ D’Oro, più conosciuta come Osteria Alla Vedova, uno dei più antichi bacari della città, fedele ai vecchi tavoloni di legno, dove, tra i tanti cicheti che propone l’oste, si possono assaggiare le rinomate polpette (secondo alcuni veneziani le più buone di Venezia!).

Restando in zona Cannaregio meritano una citazione El Timon, il Paradiso Perduto, la Vecia Carbonera, il Bentigodi, Fritto Inn, …

Mappa

Foto

Aiutaci a migliorare la traduzione per la vostra lingua

Puoi modificare qualsiasi testo facendo clic (premere Invio dopo avere cambiato)

0